Wind: controllo a distanza

Il 15-9-2009 ci sarà un incontro tra le organizzazioni sindacali (OO.SS.) e  l’azienda Wind (salvo impegni legati al rinnovo del CCNL che riguarda tutte le aziende delle TLC) sul “controllo a distanza”.

E’ un argomento da non sottovalutare o sminuire perché “il controllo del lavoratore” è un problema che riguarda direttamente i lavoratori.

I sindacati non sono restii ad affrontare e normare l’argomento (come è avvenuto in altre aziende), ma fare un accordo in Wind proprio mentre le aziende vogliono inserire norme anche nel rinnovo del CCNL ci sembra una contraddizione in termini.

Vi è un’apposita commissione sindacale/aziendale che dal 2007 sta lavorando sull’argomento, che spazia (a mero titolo di esempio) dall’accesso ed all’utilizzo dei vari programmi/software, ai lettori biometrici, videosorveglianza, tornelli, ecc.

L’obiettivo nostro sindacale è che questi sistemi non rappresentino una “ricostruzione delle attività lavorative del lavoratore, un suo controllo diretto” e siano conformi e coerenti  principalmente con l’art.4 della legge 300/1970 nonché col rispetto della privacy, della protezione dei dati personali nonché alla loro conservazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *