TLC, Phonemedia: Miceli (Slc/Cgil), dopo custodi giudiziari, ora la cassa integrazione

Quella di oggi è stata una giornata di svolta per una parte dei lavoratori di Phonemedia. Da oggi alcune società di Phonemedia già sottoposte a custodia giudiziale hanno accesso alla cassa integrazione. Questo è il primo obiettivo che ci siamo posti e adesso si tratta di riportare il lavoro dentro quegli stabilimenti. Stiamo continuando nei diversi tribunali d’Italia a chiedere il commissariamento del resto delle società e contiamo nelle prossime settimane di poter completare il quadro che permetterà l’estromissione definitiva della vecchia proprietà, le protezioni sociali, il recupero al lavoro di circa 6000 lavoratrici e lavoratori. Nel frattempo è necessario continuare con maggiore concretezza il tavolo di confronto con i Ministeri dello sviluppo economico e del lavoro per fare in modo che le pesanti difficoltà che vivono l’insieme dei call center del nostro paese possano essere superate.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *