Wind Retail: comunicato sindacale

Roma, 21 Febbraio 2011

COMUNICATO

WIND RETAIL: 28 FEBBRAIO INCONTRO NAZIONALE
LE RICHIESTE DI SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Il giorno 28 Febbraio 2011 si terrà a Roma un incontro tra le Segreterie Nazionali e territoriali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-UIL ed i rappresentanti dei negozi Wind (Wind Retail), al fine di definire un percorso chiaro e puntuale per affrontare i tanti diversi problemi aperti.
A differenza di altre organizzazioni, come Sindacato confederale è nostra abitudine costruire una piattaforma che affronti tutti i problemi principali della lavoratrici e lavoratori di Wind Retail, provando con la contrattazione ad ottenere risultati concreti.
Ad altri lasciamo volentieri la propaganda, a noi fare il sindacato e difendere concretamente diritti e tutele!
In particolare, Wind Retail deve:
• darsi un’organizzazione tale da garantire il rispetto integrale del CCNL in tutte le sue parti, a partire dal corretto  utilizzo degli istituti delle ferie, dei Rol, dei permessi;
• dare stabilità occupazionale ai tanti part-time che operano nei negozi, spesso con situazioni a limite della legalità.

Occorre, pur nelle necessarie flessibilità che un esercizio di vendita e assistenza deve avere, stabilire regole chiare e valide per tutti, dando certezza occupazionale e salariale, al fine di investire su una maggiore qualità e formazione degli addetti;
• affrontare diverse questioni di organizzazione del lavoro che mettono a rischio gli stessi lavoratori (dal maneggiare e trasferire denaro dentro o fuori l’orario di lavoro, con assicurazioni certe a tutela dell’azienda e dei lavoratori), fino a regolare con tempi certi i cambi attività o i trasferimenti momentanei all’interno delle diverse aree urbane, ecc.
Questi come primi punti per “normalizzare” l’azienda, sapendo che poi in sede di contrattazione nazionale di 2° livello dovremmo costruire con la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori una piattaforma rivendicativa per gli anni 2011-2014, dandoci un coordinamento, definendo le unità produttive, ecc.
Sarà nostra cura tenere informati le lavoratrici e lavoratori subito dopo il primo incontro.

Le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *