Fusione Wind-Vimpelcom fatta

Da Repubblica.it

L’azienda italiana passa nelle mani di un oligarca vicino aI Cremlino dopo il contrastatissimo via libera degli azionisti russi alla fusione con la società di Sawiris. Un’operazione da 6,5 miliardi di dollari che metà dei soci non volevano in quanto “non strategica”

Vimpelcom, sì all'acquisizione di Wind nasce il 5° colosso della telefonìa mobile Naguib Sawiris, il magnate egiziano proprietario del gruppo Wind Telecom

ROMA – Via libera alle nozze da 6,5 miliardi di dollari tra Wind e Vimpelcom. Gli azionisti dell’azienda russa hanno approvato il piano di fusione, con il relativo, necessario aumento di capitale, con Wind Telecom – la società di Naguib Sawiris che controlla Wind – dal quale nascerà il quinto operatore mondiale nel settore della telefonia mobile. Nella nota in cui dà l’annuncio della decisione, Vimpelcom precisa che l’operazione sarà concretizzata entro giugno.

L’approvazione è stata molto contrastata. L’azionista norvegese Telenor, che controlla il 36% dei diritti di voto e il 39,5% del capitale, ha votato contro la fusione, giudicandola non pertinente sia dal punto di vista strategico che finanzario. Secondo l’accordo, invece, Vimpelcom acquisisce di fatto il 100% di Wind e il 51% di Orascom dalla Weather Investments del magnate egiziano. Il piano è stato appoggiato dal 53,3% dei diritti di voto: hanno infatti votato contro il 60,2% dei soci partecipanti all’assemblea, tra cui Telenor, ma ciò non è bastato a scongiurare l’acquisizione, visto che ha ottenuto l’approvazione del principale azionista russo, Alfa Group.

L’italiana Wind passa dunque nelle mani del gruppo russo, secondo operatore sul mercato di Mosca e in grande ascesa. Vimpelcom, oggi quotata a New York, è nata da una lunga battaglia societaria che ha portato alla fine alla pace tra l’Alfa Group del miliardario russo Mikhail Fridman e la norvegese Telenor. Fridman, con interessi anche nel settore petrolifero, è uno degli oligarchi piu vicini all’attuale leadership del Cremlino. Non a caso, nella delegazione del prossimo viaggio in Algeria del presidente Dmitri Medvedev, Vimpelcom sara in prima fila come pure la Major Tnk-Bp (sempre partecipata da Fridman).

Le licenze della sola Vimpelcom coprono un territorio con una popolazione di 340 milioni di abitanti. Nel secondo trimestre 2010 l’utile netto è stato di 334,7 milioni di dollari. Il numero degli abbonamenti è pari a 89,4 milioni, con abbonamenti alla banda larga cresciuti sino a 2,7 milioni.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *