Manifestazione contro esternalizzazione lavoratori Rete Wind

Sabato 10-12-2011 una manifestazione nata spontaneamente da parte delle lavoratrici e dei lavoratori Wind Campania ha visto tappezzare Piazza Vanvitelli di manifesti e volantini “di contrarietà all’esternalizzazione della Rete”.

Non eravamo tantissimi, credo una cinquantina (un po di tutte le aree aziendali), c’era qualche bambino e familiare, ma a parte un pochino di smarrimento iniziale devo dire che ognuno si è dato da fare per distribuire volantini, chiacchierare con la gente che passeggiava. A parte la pioggia che ha rovinato la parte finale della manifestazione, abbiamo distribuito ben 1600 volantini e quindi il risultato è stato encomiabile. Come encomiabile è stata la volontà di partecipare e di esserci di chi continua ad opporsi CONCRETAMENTE all’esternalizzazione della rete. Personalmente non mi avvilisco se c’era un collega in più o in meno …… ognuno contribuisce come può, specie partecipando allo sciopero ed alla relativa manifestazione del 16 dicembre, anche e soprattutto non aderendo agli straordinari, alla reperibilità, ai lavori programmati (non legati a guasti/disservizi) però mi auguro che ognuno si renda conto che c’è bisogno anche di presenza, di partecipazione attiva, fattiva.

Tutte queste azioni stanno mettendo in difficoltà l’azienda, ma è necessario che ognuno di noi dia il proprio contributo, faccia la propria parte, partecipando a queste manifestazioni spontanee ed estemporanee, così come allo sciopero. Ho (di sicuro “abbiamo”) molta considerazione ed attenzione per gli aspetti economici, per i soldi …… ma qui è in gioco il nostro futuro, il futuro immediato di 1600 amici/colleghi ma anche di un’intera azienda che sarà sventrata, svilita, indebolita.

Restiamo compatti, parliamo con le colleghe ed i colleghi titubanti, facciamogli capire che abbiamo bisogno di tutti per salvaguardare il proprio posto di lavoro (“muoversi e pensare collettivamente per salvaguardare egoisticamente se stessi perché da soli siamo solamente deboli” )

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *