Incontro Wind-OO.SS.

(dopo la fallita esternalizzazione della rete e l’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico, con relativo “lodo” redatto il 27 gennaio 2012, ecco il primo incontro del quale relaziono sommariamente, brevemente)

Voglio solo condividere brevissimamente alcuni punti emersi nella riunione odierna dove, presso la sede dell’Unione Industriale di Roma, si sono riunite l’azienda Wind e le OO.SS. assieme al coordinamento nazionale RSU Wind.

Evito di riportarvi tutta la cronostoria degli interventi che sintetizzo  riferendovi che i sindacati hanno sottolineato la disponibilità al confronto, ma che sia  chiaro, trasparente, condiviso e non melina, non una perdita di tempo e soprattutto di ritirare definitivamente l’esternalizzazione. E che le soluzioni una tantum, specie economiche, non servono, come non serve pensare che  diminuire il reddito, i soldi dei lavoratori possa essere una soluzione.

L’azienda ha esposto le sue motivazioni sullo studio , che non era una scorciatoia ma un modo per rispondere alle difficoltà del mercato nonché a quelle aziendali.

Comunque, dopo queste che definisco schermaglie, c’è stato l’intervento di S. Bianchi (Technology Organization) che ha esposto l’attuale struttura del mondo network nonché una panoramica sul mercato

Sull’esternalizzazione, in aggiunta, HR ha semplicemente precisato che riguardava solo network operations e dunque circa 1600 lavoratori.

Ciò detto, si è deciso di lavorare a 360° gradi, in tutti i settori per trovare nuove ottimizzazioni dei processi e di utilizzare, magari ampliandole, le commissioni azienda-sindacato per un confronto sul merito, nella pratica.

Probabile il primo incontro per martedì p.v.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *