Wind: Comunicato sindacale SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

SIAMO TORNATI INDIETRO NEL TEMPO SIA NELLA GESTIONE DEL CUSTOMER CARE MOBILE CHE NELLE RELAZIONI SINDACALI

 In data 17 aprile 2012, l’azienda Wind annunciava la nuova disposizione organizzativa 3/12 relativa, tra l’altro, al Customer Care Management.

Successivamente in data 17 maggio 2012, presso la sede Wind di Pozzuoli, si è svolto un incontro sindacale tra il responsabile del Customer Care Management, Human Resource South e le RSU Wind Campania.

Oggetto di questo incontro, unitamente alla presentazione del nuovo responsabile, è stato la presentazione sommaria di una nuova riorganizzazione delle attività di lavoro che ha destatato enormi perplessità, non solo nel merito tecnico-organizzativo, ma anche nella presenza di numerose funzioni di responsabilità corredate da tanta confusione.

Su questo incontro, le RSU, pur apprezzando le finalità che questa riorganizzazione voleva porre in essere, hanno fin da subito ritenuto questo progetto molto confuso, fumoso e con tante lacune che certamente avrebbero generato problematiche alle lavoratrici ed ai lavoratori, con uno staff molto articolato, verticale e verticistico, dunque poco snello.

Questa riorganizzazione prevede, tra l’altro, la chiusura del gruppo di lavoro CRM e la suddivisione delle risorse del gruppo stesso tra la Frontline ed il gruppo Claims.

Ad una nostra richiesta di approfondimento sui carichi di lavoro, non ci è stata fornita alcuna risposta.

Successivamente, le RSU invitavano l’azienda Wind a riconvocare un tavolo specifico per confrontarsi nel merito delle tematiche esposte di cui sopra.

Infatti, il 6 giugno 2012 le RSU venivano convocate dall’azienda ed oltre alle problematiche citate, ribadivano che da 5 anni ad oggi tutte le riorganizzazioni sono state sempre condivise con le organizzazioni sindacali, nel rispetto dei reciproci ruoli.

Le organizzazioni sindacali si sono sempre mosse con l’obiettivo di assicurare stabilità occupazionale oltre ad una migliore qualità del lavoro, unitamente ad una specializzazione del sito di Pozzuoli chiedendo pertanto all’azienda una proroga temporale per meglio analizzare e risolvere le perplessità ed i dubbi emersi ed a far slittare qualsiasi spostamento organizzativo, con lo scopo di giungere ad un accordo formale tra le parti a garanzia delle stesse.

Contrariamente a quanto richiesto dalle organizzazioni sindacali, l’azienda Wind ha iniziato il processo di riorganizzazione unilateralmente.

Pertanto, a fronte di quanto esposto, le RSU SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL della Campania evidenziano che quest’atto unilaterale sta compromettendo le relazioni sindacali e chiedono un’immediata sospensione della riorganizzazione del Customer Care Mobile e la pianificazione di un nuovo incontro chiarificatore nel più breve tempo possibile, invitando l’azienda a presentarci una concreta ed efficiente riorganizzazione del settore.

Auspichiamo che tutti gli attori principali di questo scenario si assumano la responsabilità del proprio ruolo altrimenti ci riserviamo di mettere in atto tutti gli strumenti sindacali e legislativi atti a garantire la tutela dei lavoratori tutti.

Pozzuoli, 15-06-2012                                                                                                    RSU WIND Campania

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *