Vodafone: i documenti dell'accordo del 4 maggio 2013

In riferimento all’accordo del 4 maggio 2013, ecco i documenti finali.

Vodafone – Accordo Economico Aziendale – 4 maggio 2013
Vodafone – Accordo Normativa – 4 maggio 2013
Vodafone – Accordo Quadro – 4 maggio 2013
Vodafone – Premio di Risultato – 4 maggio 2013
Vodafone – Una Tantum – 4 maggio 2013
Vodafone – Bozza Verbale Conciliazione – 4 maggio 2013

Ecco alcuni alcuni articoli giornalistici sull’argomento:

Il Sole 24 Ore del 5-5-2013 e Corriere delle Comunicazioni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

2 pensieri su “Vodafone: i documenti dell'accordo del 4 maggio 2013

  1. esuberi vodafone

    Caro Gino, conservero’ per la prima volta in vita mia l’anonimato perche’ l’argomento e’ scottante ma immagino che tu capiri e se vorrai sai dove trovarmi.

    quanto accaduto in Vodafone e’ paradossale e quanto portato avanti dai sindacati e’ collusione pura a discapito dei lavoratori per essere cattivi o ignoranza per essere buoni.

    il punto di partenza mai citato dai sindacati e su cui vorrei la tua opinione e’ che la procedura di mobilita’ oggi sempre piu’ facilmente percorribile prevede l’inidividuazione dell’asset oggetto della riorganizzazione e conseguentemente il rilascio dei termini di scelta al governo.

    Peccato che nel caso Vodafone, girino dall’inizio le numeriche per singolo reparto e non ultimo oggi un file con la suddivisione reparto per reparto delle posizioni e dei livelli inquadramentali e all’interno dei reparti impattati (attenzione unico reparto) delle singole persone oggetto della volonta’ di esubero.

    torniamo al punto quindi di partenza l’intenzione dell’azienda non era di operare 700 esuberi, ma di operare certi determinati e ben precisi 700 esuberi e questo la procedura di mobilita’ non glielo avrebbe permesso.

    mi spieghi allora perche’ i sindacati sono andati dietro all’azienda impedendo cosi’ di fatto azioni di dfesa singola dei lavoratori che in caso cosi palese di discrinzione avrebbe potuto aprire difese legali ben piu’ forti di quelle attuali?

    te lo dissi nell’ambito della vertenza Wind, triste vedere un lavoratore che si deve pagare il proprio posto di lavoro, te lo dico ora nel caso vodafone, triste pagare per il proprio posto di lavoro e soprattutto per consentire all’azinedadi salvare mogli, fidanzate e amici in deroga alle leggi.

    Dov’e’ finita la salvaguardia dei lavoratori.

    Un abbraccio

    PS complimeti per la riconferma in maniera plebiscitaria

    Replica
  2. esuberi vodafone

    Caro Gino, conservero’ per la prima volta in vita mia l’anonimato perche’ l’argomento e’ scottante ma immagino che tu capiri e se vorrai sai dove trovarmi.

    quanto accaduto in Vodafone e’ paradossale e quanto portato avanti dai sindacati e’ collusione pura a discapito dei lavoratori per essere cattivi o ignoranza per essere buoni.

    il punto di partenza mai citato dai sindacati e su cui vorrei la tua opinione e’ che la procedura di mobilita’ oggi sempre piu’ facilmente percorribile prevede l’inidividuazione dell’asset oggetto della riorganizzazione e conseguentemente il rilascio dei termini di scelta al governo.

    Peccato che nel caso Vodafone, girino dall’inizio le numeriche per singolo reparto e non ultimo oggi un file con la suddivisione reparto per reparto delle posizioni e dei livelli inquadramentali e all’interno dei reparti impattati (attenzione unico reparto) delle singole persone oggetto della volonta’ di esubero.

    torniamo al punto quindi di partenza l’intenzione dell’azienda non era di operare 700 esuberi, ma di operare certi determinati e ben precisi 700 esuberi e questo la procedura di mobilita’ non glielo avrebbe permesso.

    mi spieghi allora perche’ i sindacati sono andati dietro all’azienda impedendo cosi’ di fatto azioni di dfesa singola dei lavoratori che in caso cosi palese di discrinzione avrebbe potuto aprire difese legali ben piu’ forti di quelle attuali?

    te lo dissi nell’ambito della vertenza Wind, triste vedere un lavoratore che si deve pagare il proprio posto di lavoro, te lo dico ora nel caso vodafone, triste pagare per il proprio posto di lavoro e soprattutto per consentire all’azinedadi salvare mogli, fidanzate e amici in deroga alle leggi.

    Dov’e’ finita la salvaguardia dei lavoratori.

    Un abbraccio

    PS complimeti per la riconferma in maniera plebiscitaria

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *