Riposo giornaliero (allattamento) e ROL

A seguito dell’interpello della compagna Pagliara della SLC-CGIL, una importante risposta da parte del Ministero del Lavoro in merito ai riposi giornalieri da utilizzare con i ROL.

Si ricorda a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori che in riferimento agli artt. 1 e 9 della L.53/2000 ed al D.L. 151/2001 – TU della maternità, la lavoratrice ha diritto alle ore giornaliere di allattamento, e alla possibilità di cumulare nella stessa giornata i suddetti “riposi” con altre forme di permesso (retribuito o ROL, ore di recupero, banca ore).
Tutti gli istituti su citati, sono riconosciuti anche laddove la somma delle ore di recupero (rol) e delle ore di allattamento, esauriscano l’intero orario giornaliero di lavoro, comportando di fatto, la totale astensione dall’attività lavorativa.

Pertanto, i riposi giornalieri per allattamento non possono subire spostamenti o soppressioni in relazione a particolari evenienze che potrebbero ridurre la durata dell’orario di lavoro, per cui conta l’orario contrattuale di lavoro, non quello prestato.

Si invita quindi a segnalare alla Rsu Slc Cgil, eventuali casi di mancata/errata applicazione della normativa da parte dell’azienda.

Di seguito è riportata la circolare ministeriale Prot. n.° 7718 del 07/02/2013.

Segreteria Slc Cgil
Antonella Pagliara

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *