L’indennità disabili non fa reddito ai fini ISEE

Le indennità di accompagnamento per i soggetti disabili non possono essere considerate reddito ai fini del calcolo ISEE. A confermarlo sono le tre sentenze depositate il 29 febbraio 2016 dal Consiglio di Stato e che convalidano le tre pronunce del Tar Lazio.

Per i giudici “le indennità di accompagnamento e tutte le forme risarcitorie servono non a remunerare alcunché, né certo all’accumulo del patrimonio personale, bensì a compensare un’oggettiva ed ontologica situazione d’inabilità che provoca in sé e per sé disagi e diminuzione di capacità reddituale”.

Neanche le franchigie previste dall’ISEE per bilanciare le indennità compensano in modo soddisfacente, secondo il Consiglio di Stato, perché “i beneficiari ed i presupposti delle franchigie stesse sono diversi dai destinatari e dai presupposti delle indennità”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *