Tecnici “pandisti” e orario di lavoro

Un post pubblicato su Facebook dai Legali Cirillo www.legalicirillo.it
Tutti i lavoratori Telecom con mansioni di Tecnici cui è applicato il Progetto “tecnici on field” (accordo Telecom del 23.03.2013) hanno oggi la possibilità di rivendicare che i tempi di spostamento casa-lavoro individuati nel progetto (c.d. “franchigia”: 15/30 minuti ad inizio e fine turno, a seconda del luogo di ricovero dell’auto) debbono essere considerati come orario di lavoro a tutti gli effetti e come tali retribuiti.
Infatti, importanti sentenze, anche dei Giudici Europei (Corte di Giustizia Europea sentenza C-266/14), hanno chiarito che la normativa europea (direttiva n. 88 del 2003) e di conseguenza quella italiana (decreto legislativo n. 66/2003) deve interpretarsi in tal senso che.
Pertanto, i tempi predefiniti (cd. Franchigia, complessivi 30 o 60 minuti al giorno) per lo spostamento dal domicilio o comunque dal luogo di ricovero dell’auto sino al luogo del primo intervento della giornata, e viceversa dal luogo dell’ultimo intervento al proprio domicilio (o luogo di ricovero dell’auto) non possono essere considerati come spostamento casa-azienda (come noto non pagati) e danno dunque diritto ad ottenere le corrispondenti retribuzioni, come vero e proprio orario di lavoro.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *